Novità importanti  riguardano la radiofrequenza; la InFarma propone il Denso come nuovo terminale per la gestione operativa di magazzino. La LXE, società partner della InFarma nel settore della radiofrequenza, è stata recentemente acquisita dalla multinazionale americana Honeywell la quale, oltre ad interrompere la produzione del terminale MX8, ha modificato le politiche di gestione relativamente ai pezzi di ricambio, non rilasciando più certificazioni a centri di riparazione esterni ed accorpando dei laboratori propri in America e in Asia.
La InFarma, considerato anche il naturale “invecchiamento” del terminale MX8 presente sul mercato ormai da sette anni, ha dato il via già da tempo ad una serie di test, prendendo in considerazione tutti i terminali di radiofrequenza tecnologicamente più al passo con i tempi e, soprattutto, che potessero soddisfare al massimo le esigenze legate alla logistica di magazzino.
Questa approfondita ricerca ha portato alla scelta di quello che InFarma ritiene il terminale più adatto a raggiungere tale scopo: il Denso BHT 1200.
Il terminale Denso BHT 1200 nasce specificatamente per ottimizzare la logistica del magazzino e le sue caratteristiche tecniche lo rendono particolarmente performante in tutte le circostanze che richiedono velocità, resistenza e maneggevolezza.
L’avanzamento tecnologico, l’evoluzione delle componenti e il miglioramento delle funzioni sono evidenti e possono essere colti già ad un primo sguardo: rispetto al terminale MX8, il nuovo Denso BHT 1200 ha un display più grande, uno schermo più luminoso ed una migliore risoluzione video, un peso inferiore, una tastiera più resistente ed una maggiore sensibilità dello scanner. Il suo processore da 800 Mhz e la sua RAM da 512 Mb consentono di ottenere delle performance mai raggiunte prima durante tutte le fasi della gestione operativa di magazzino, dall’ingresso merce allo stoccaggio, dall’allestimento all’uscita merce.
L’ evoluzione tecnologica più significativa che il terminale Denso BHT 1200 porta sta nella capacità di ospitare un software di gestione che permette il collegamento con la procedura DiFarm prescindendo dall’interfaccia (emulazione 5250) e ottenendo, quindi, maggiori stabilità e velocità e consentendo la predisposizione alla nuova Release grafica di DiFarm.
Il terminale Denso BHT 1200 è già stato testato presso il magazzino di Jesi (AN) della Farmacentro Servizi e Logistica ed in quello di Pollenza (MC) della Sofarma Morra ottenendo ottimi risultati.

a cura di Lorenzo Castiglioni, resp. Vendite Hardware InFarma

 
 
 
 
 

Leggi anche..

InFarma diventa Pharmagest Italia.

Con la fusione per incorporazione della Macrosoft srl e della Infarma srl, Pharmagest Italia adotta un unico, nuovo brand aziendale che porta con sé le doti maturate in oltre...

 

Grande fermento al Pharmevolution 2019, la categoria privilegia l’innovazione.

In tale contesto si è inserito perfettamente il progetto Pharmaget-Italia, che vede la farmacia come attore principale nel coordinamento del percorso di cura dei pazienti.

 

Benvenuta Svemu

Pharmagest Italia accelera la sua presenza nel mercato delle farmacie tramite l’acquisizione della Svemu Informatica Farmaceutica.

 

Pharmagest Italia al Pharmevolution con Sophia

Il Pharmevolution sarà l’occasione per conoscere le ultime novità di Sophia, gestionale di ultima generazione per la farmacia, e le soluzioni che la Pharmagest Italia...